CHI SIAMO PROGRAMMA

PROGRAMMA

Scarica il programma amministrativo del Movimento 5 Stelle Bisceglie o consultalo di seguito:

Territorio, Ambiente e Protezione Civile

RIQUALIFICAZIONE AMBIENTALE

  • Realizzazione di una zona di pubblica fruizione all’interno del costituendo parco terrestre Pantano-Ripalta, per attività legate alla ricreazione, all’esercizio fisico, all’intrattenimento e ad eventi culturali.
  • Recupero e depurazione delle acque reflue del nostro comune e dei comuni limitrofi per il loro affinamento e riutilizzo in ambito agricolo, urbano e aziendale.

GRANDI OPERE

  • Rivisitazione del Ponte Lama attraverso uno studio di fattibilità che individui la soluzione ottimale tra una ristrutturazione dell’esistente e una realizzazione ex novo, superiormente all’esistente. Il vecchio ponte diverrebbe quindi di solo accesso pedonale da usarsi come belvedere.
  • Progettazione di un sistema di mobilità sostenibile che parta dalla definizione di un nuovo piano del traffico ed abbia come obiettivo la creazione di una rete di viabilità che colleghi isole pedonali, anche periferiche, con bus navetta ecologici e piste ciclabili.
  • Abbattimento di barriere architettoniche e individuazione di interventi analoghi per il miglioramento della mobilità dei disabili; redazione di un piano comunale di mobilità per i disabili.

MOBILITÀ URBANA

  • Istituzione di linee di Bus Navetta che colleghino i quartieri periferici al Centro urbano, con frequenza di passaggio di una navetta ogni 15 minuti.
  • Ridefinizione delle attuali due linee urbane inter quartiere con aumento della frequenza di passaggio del mezzo (un autobus ogni mezz’ora); istituzione di una linea aggiuntiva “circolare” lungo l’anello: via Imbriani → Via Bovio → via Luigi Papagni → via Veneto → via San Martino → via Imbriani, con frequenza di passaggio di 1 navetta ogni 15 minuti;
  • Rivoluzione del trasporto pubblico in estate lungo la Litoranea di Ponente. L’accesso alla Litoranea verrà chiuso al traffico e sarà riservato solo ai pedoni, ai mezzi pubblici (con l’istituzione di due linee di Bus Navetta Elettriche), ai residenti, ai diversamente abili, alle bici e alle bici a pedalata assistita.
  • Dotazione a tutti gli utenti dei mezzi pubblici di una contactless smartcard personale per la ricarica di abbonamenti (settimanali, mensili, stagionali, ed integrati con servizi di parcheggio o di nolo di bici elettriche comunali) da effettuarsi presso le tabaccherie convenzionate. Sarà organizzato un servizio di affiancamento agli autisti con controllori a bordo dei Bus-Navetta.
  • Individuazione di nuove aree da adibire a parcheggi pubblici, generalmente periferiche e semiperiferiche affinché fungano da “parcheggio di scambio”.
  • Avvio di un percorso di ascolto e di dialogo con l’associazione dei non vedenti, con i diversamente abili e le loro famiglie, per implementare soluzioni tecnico-progettuali che rendano più agevole e meno pericolosa per loro la strada così come l’accesso al mare.

SICUREZZA

  • Istituzione di poliziotti di quartiere. Potenziamento dei sistemi di videosorveglianza e del corpo di polizia locale in modo da incrementare il numero di pattuglie per il controllo del territorio. Trasferimento dell’ ufficio di polizia locale dall’ ex bar levante (da abbattere per mettere in vista le mura della Torre Normanna) a piazza Duomo.
  • Sviluppo di una app comunale e di un servizio di contatto tramite numero verde per la segnalazione delle situazioni di illegalità.
  • Apertura di uno sportello antiracket.
  • Task force con prefettura e forze dell’ordine per presidio quartieri ad alta penetrazione criminale.
  • Creazione di un servizio di “guardialungomare” in bici a pedalata assistita, già in dotazione e fruibile dal personale dell’Amministrazione comunale, che durante la stagione estiva pattugli e controlli il lungomare di Ponente e Levante.
  • Adeguamento degli strumenti di pianificazione comunale al nuovo PPTR (Piano Paesaggistico Territoriale Regionale). Progettazione di un PUG (Piano Urbanistico Generale) aderente alle attuali esigenze urbanistiche della città: un PUG a consumo di suolo ZERO, che ponga la Persona al centro di una nuova visione della città. Filosofia ispiratrice della programmazione urbanistica della città sarà una vera e propria Rigenerazione Urbana, che porti ciascun quartiere a riqualificare gli spazi pubblici, estendendoli e fornendoli dei Servizi mancanti (STANDARD), prevedendo, laddove è possibile e sostenibile, anche una Edilizia di Sostituzione di alta qualità architettonica.
  • Aggiornamento del piano comunale di protezione civile, con pubblicazione online, attività di diffusione della cultura di protezione civile nelle scuole e nelle aziende, e organizzazione di esercitazioni periodiche comunali e intercomunali in collaborazione con la provincia e la regione.
  • Attività di costante manutenzione e pulitura degli scarichi fognari e dotazione dei sottopassi di opportuna segnaletica stradale che in caso di maltempo estremo ne vieti la percorribilità.
  • Redazione di un Regolamento Comunale del Verde, con adozione immediata di normativa apposita, per la doverosa tutela del patrimonio verde della città; imposizione di rigidi vincoli all’abbattimento o espianto; protezione esplicita e istituzionalizzata per tutti gli alberi presenti in territorio urbano e suburbano con speciale riferimento alla salvaguardia delle piante in aree di cantiere e adiacenti; manutenzione competente delle aree verdi tramite corrette modalità di cura e potatura; codifica di norme adeguate per la prevenzione e difesa fitosanitaria delle varie specie ed essenze vegetali; ripristino generalizzato delle alberature perdute da effettuarsi nelle condizioni idonee alla crescita e salute delle piante; regolamentazione restrittiva e controllata delle concessioni di aree verdi pubbliche a esercizi commerciali; promozione della cultura del verde, sensibilizzazione della cittadinanza al rispetto delle piante, introduzione e applicazione di severe sanzioni amministrative contro gli atti di vandalismo e danneggiamento del patrimonio verde pubblico.
  • Progettazione e realizzazione di nuove aree verdi cittadine.
  • Ripiantumazione di aiuole rimaste o rese vacanti in area urbana e suburbana lungo piazze, strade e marciapiedi, con essenze arboree e specie vegetali storicamente autoctone.
  • Riqualificazioni e adeguamenti per la fruizione dei giardini pubblici e dei parchi urbani.

Politiche sociali, salute e igiene pubblica

CRITICITÀ AMBIENTALI

  • Realizzazione di un sistema integrato di monitoraggio della qualità dell’acqua, dell’aria e dell’elettrosmog.
  • Monitoraggio delle criticità ambientali legate ai singoli quartieri, mediante riscontro di patologie specifiche in relazione alle medie nazionali, al fine di individuare agenti eziologici responsabili.

EMERGENZA RIFIUTI

  •  Gestione e superamento dell’emergenza rifiuti stabilizzando il rapporto contrattuale con l’attuale gestore o bandendo una nuova gara europea per l’affidamento del servizio. È necessario applicare correttamente la raccolta porta a porta e legare l’ammontare della TARI agli effettivi rifiuti indifferenziati smaltiti (tariffazione puntuale).
  • Creazione di aree destinate allo stoccaggio temporaneo di materiale e di oggetti utili al fine del riutilizzo: mobili, elettrodomestici, imballaggi, ecc..
  • Creazione di un’isola ecologica dedicata allo smaltimento degli olii esausti, delle plastiche raccolte in mare e dei rifiuti speciali trasportati dalle imbarcazioni al rientro in porto, al fine di ridurre l’inquinamento proveniente dai rifiuti marini nelle acque costiere dell’Adriatico.

MOBILITÀ SOSTENIBILE

  • Nuovo piano della mobilità pubblica che aiuti a disincentivare l’uso dell’auto e a ridurre l’inquinamento dell’aria legato al traffico.
  • Protocollo di intesa con le Istituzioni Scolastiche del territorio per favorire, tramite formula “pedibus” e “ciclobus”, gli spostamenti degli alunni e dei genitori a piedi o in bici, nell’ottica della mobilità sostenibile.
  • Riprogettazione della rete delle piste ciclabili, ristrutturando e mettendo in sicurezza quelle vecchie, in coerenza con il nuovo Piano del Traffico, e programmandone la costruzione di nuove, finalizzate alla crescita del flusso veicolare “dolce”, non solo per il tempo libero, ma anche per gli spostamenti ordinari.
  • Promozione di campagne di sensibilizzazione all’uso della bicicletta, generaliste e mirate anche agli anziani, al fine di elevare la percentuale di persone adulte che utilizzino quotidianamente la bici. Supporto alle Associazioni che organizzano eventi formativi sul tema della mobilità sostenibile, tour in bici e che forniscono assistenza tecnica ai ciclo-utenti.
  • Definizione di un piano di Manutenzione Annuale Programmata delle Piste Ciclabili, con l’istituzione di un apposito capitolo di Bilancio Comunale finalizzato alla esecuzione delle relative manutenzioni programmate. Nominare il Dirigente Responsabile della esecuzione del piano di manutenzioni programmate della rete delle piste ciclabili.
  • Attenzione alla viabilità pedonale. Vanno rese sempre visibili le strisce pedonali, con una manutenzione programmata, sempre funzionanti i semafori e protetti i marciapiedi con dissuasori, nei casi ove ci sia un concreto pericolo. A tal fine, per esempio, nella zona Waterfront, al Porto, vanno re-installati i dissuasori, con un design più coerente con le caratteristiche architettoniche del luogo, spostati leggermente più vicino alle mura, per garantire la sicurezza dei pedoni.

SUPPORTO ALLE FASCE PIÙ DEBOLI

  • Verifica dei bisogni nuovi e preesistenti della popolazione in stato di disagio socio/economico e promozione di interventi mirati a supportare le fasce più deboli della popolazione. Il piano sociale di zona va riorientato verso le esigenze di difficoltà reali dei cittadini con una programmazione che tenga conto dei bisogni, espressi e non, della comunità locale.
  • Promozione di reti sociali di quartiere, in grado di avvicinare le istanze sociali di specifiche aree della città, all’attenzione dei servizi preposti a promuovere interventi adeguati.
  • Connotazione della città come “Comunità solidale amica delle persone con Alzheimer e demenza”, attraverso il supporto dei malati e delle loro famiglie, formando commercianti, insegnanti e corpo di polizia locale a facilitare il giusto approccio alle persone con demenza.
  • Lotta alla ludopatia con la programmazione di incontri educativi di quartiere al fine di focalizzare dinamiche e conseguenze economiche, socio-familiari del gioco d’azzardo patologico, promuovendo attività di disincentivazione.
  • Istituzione del “tavolo per la concertazione sociale” tra Enti pubblici, associazioni, cooperative, tribunale del malato, altri soggetti pubblici e privati al fine di promuovere una progettualità condivisa in ambito socio-sanitario. Offrire supporto alla costituzione di un modello di sostegno reciproco che riduca il disagio sociale di anziani e risolva con più facilità alcuni loro problemi assistenziali non gravi (Cohousing).
  • Creazione di uno sportello il cui scopo è quello di fornire aiuto alle famiglie in difficoltà, in stretta connessione con i Servizi Sociali, rafforzando le reti di sostegno e garantendo una relazione positiva tra assistente familiare, anziano o disabile e familiari. Il Progetto si realizza attraverso la creazione di un registro in cui inserire i nominativi delle assistenti familiari che potranno prestare supporto ad interi condomini per venire incontro al bisogno di diversi nuclei familiari che vivono nello stesso palazzo o nella stessa zona con esigenze parziali e complementari fra loro.
  • Rafforzamento, attingendo dalle risorse del Piano Sociale di Zona, della flotta di taxi sociale per gli utenti non autosufficienti o con difficoltà motorie.
  • Promozione di attività sportive per diversamente abili ed anziani mediante la creazione di una rete distributiva di informazione ai cittadini circa il beneficio dell’attività fisica, incentivando le Associazioni Sportive che differenziano e promuovono specifiche e personalizzate attività, in relazione alle difficoltà dei singoli individui.

INTEGRAZIONE

  • Promozione di corsi di lingua italiana gratuiti agli stranieri, potenziando l’offerta formativa extra scolastica al fine di fornire ai residenti regolari conoscenze normative e storico–culturali del nostro territorio per una effettiva integrazione.
  • Introduzione di un sistema di controllo e di verifica delle condizioni socio-lavorative dei cittadini.

IMPEGNO SOCIALE

  • Riqualificazione del ruolo dell’associazionismo come espressione di impegno sociale e di autogoverno della società civile attraverso la promozione di corsi di formazione gratuiti in : educazione civica, diritti e doveri dei cittadini e dell’Amministrazione; programmazione turistica locale; educazione alla tutela ambientale; economia domestica; corsi di lingue straniere e di italiano per gli stranieri.

AMICI A QUATTRO ZAMPE

  • Istituzione di un canile comunale e piano di sterilizzazione dei cani randagi per successiva adozione.

Attività produttive, Commercio e Turismo

NUOVA PIATTAFORMA POLIFUNZIONALE E NUOVE TECNOLOGIE

  • Costruzione di una piattaforma polifunzionale per la fabbricazione di “neo-materiali” a partire da prodotti di scarto secondo i nuovi canoni di Economia Circolare. Le figure professionali potranno essere formate attraverso corsi di formazione sull’uso e la fabbricazione di nuovi materiali, attingendo a risorse regionali.
  • Mercato digitale promosso, tramite una apposita piattaforma web, per il terzo settore, le attività commerciali, le imprese e i liberi professionisti anche sperimentando la formula online del baratto di servizi (banca del tempo) e di beni materiali.

PROMOZIONE DEL VIVER SANO

  • Valorizzazione e promozione delle specificità culinarie del territorio legate al vivere sano: fiere e convegni sull’olio di oliva e sul pesce azzurro. Adesione alla “Associazione Nazionale Città dell’Olio” al fine di divulgare la cultura dell’olivo e dell’olio di oliva di qualità; tutelare e promuovere l’ambiente ed il paesaggio olivicolo; diffondere la storia dell’olivicoltura; garantire il consumatore attraverso la valorizzazione delle denominazioni di origine, l’attuazione di strategie di comunicazione e di marketing mirate alla conoscenza del grande patrimonio olivicolo italiano. Investire nella cura e nella conservazione dei frantoi antichi e tipici, nella costruzione di percorsi ad hoc dedicati alla scoperta dell’oro giallo, con visite guidate al paesaggio ricco di oliveti secolari e degustazioni di Olio Extravergine nei ristoranti e nelle piazze.
  • Promozione dei prodotti agricoli locali estendendo i mercati di soli agricoltori e favorendo il rapporto diretto di domanda e offerta tra produttori e consumatori, i Gruppi di Acquisto Solidale (G.A.S.), la commercializzazione su filiera corta (tendenza a “Km 0”).
  • Promozione dell’autoproduzione locale di cibo, attraverso brevi corsi di formazione gratuiti e aperti a tutti che informino sull’orticoltura ed educazione alimentare; sensibilizzazione nelle scuole pubbliche attraverso la realizzazione di orti coltivati con metodologie biologiche.

ARTI E PROFESSIONI

  • Recupero delle antiche arti e professioni presso botteghe da allocare nel centro storico incentivando l’acquisto dell’immobile a tariffa agevolata, con obbligo di ristrutturazione al fine di tramandare l’arte alle prossime generazioni.

POTENZIAMENTO DELL’OFFERTA TURISTICA – SUPPORTO AGLI OPERATORI

  • Taglio dei tributi comunali a carico delle attività produttive a seguito di un piano di revisione della spesa e taglio agli sprechi.
  • Riqualificazione in senso turistico della zona Pantano-Ripalta, attraverso un’opera di restauro del paesaggio e in un progetto che coinvolga anche i proprietari dei terreni, nell’ottica della definizione di una offerta ricettiva di alta fascia secondo i canoni del Turismo Sostenibile e in stile locale mediterraneo.
  • Re-istituzione dell’assessorato al turismo dotato di figure professionali qualificate.
  • Pianificazione e sviluppo con gli operatori turistici del territorio, con il supporto dell’Assessorato al turismo, di pacchetti di incoming da offrire ai turisti sostenuti da una capillare campagna promozionale. Potenziamento della capacità ricettiva attraverso la creazione di un sistema di alberghi diffusi nel centro storico e nella città consolidata.
  • Promozione del “turismo peschereccio” incentrato sul porto di Bisceglie (già sperimentato positivamente negli anni ‘70-‘80), rilanciando l’offerta di escursioni turistiche abbinate a reali battute di pesca, con navigazione e ristorazione in mare aperto.
  • Promozione di un’area commerciale lungo la litoranea attraverso l’installazione di piccoli chioschi in legno per la promozione e la vendita dei prodotti locali e di artigianato artistico per dislocare durante la stagione estiva le proprie attività anche sulla litoranea.
  • Installazione di passerelle per l’accesso in acqua nelle zone costiere dove la battigia è formata da lastroni spesso pericolosi. Installazione ed organizzazione di servizi igienici lungo tutto il litorale.
  • Riqualificazione del molo pescherecci con nuove colonnine per acqua e elettricità e dotazione di un sistema di videosorveglianza per prevenire atti di vandalismo e furto contro le infrastrutture delle banchine.
  • Riapertura del mercato ittico a disposizione degli operatori che vogliano destinare una parte del pescato alla vendita diretta.
  • Ripascimento “a ciottoli” delle spiagge con sostituzione dei lastroni ed approvazione definitiva del Piano Comunale della Costa.

Cittadini, Amministrazione Trasparente e Innovazione

AMMINISTRAZIONE COMUNALE

  • Stop ai debiti fuori bilancio e ristrutturazione della programmazione economica attraverso una seria opera di revisione della spesa con necessari tagli agli sprechi della Spesa Pubblica, alle consulenze, alle parcelle per contenziosi evitabili, alle inefficienze di gestione.
  • Affidamenti sotto soglia solo tramite mercato elettronico – MEPA
  • Adesione ad accordi di programma quadro CONSIP per affidamento di forniture di beni e servizi sopra soglia.
  • Rotazione dirigenti e interpelli per nuovi dirigenti dopo analisi pianta organica.
  • Programmazione turn over e organizzazione procedure di reclutamento in accordo con il ministero della funzione pubblica.
  • Definizione di procedure e strumenti per il Controllo di mandato: l’Amministrazione dovrà incontrare i cittadini per rendicontare sullo stato di avanzamento dell’attività amministrativa.
  • Attuazione del Bilancio Partecipato attraverso il quale i cittadini contribuiscono a stabilire le modalità con cui verrà spesa una parte delle risorse economiche del bilancio.

SERVIZI AL CITTADINO

  • Copertura wi-fi di tutta la città con hotspot tramite accordi commerciali con le principali compagnie telefoniche.
  • Apertura dello sportello per l’Accesso Digitale ai servizi del Comune e delle altre PA rivolto a cittadini e imprese, anche tramite il supporto all’attivazione dell’identità digitale (SPID).
  • Apertura dello sportello per l’accesso civico.
  • Apertura della pagina Facebook istituzionale del Comune quale ulteriore canale di contatto fra Amministrazione e cittadini.
  • Creazione di un unico sistema informativo che renda consultabili e interoperabili tutti i dati e le informazioni detenuti dai singoli uffici comunali, tramite l’acquisto e la configurazione di un apposito software di gestione documentale anche attraverso il Mercato Elettronico “AcquistinretePA”.
  • Apertura patrimonio informativo comunale tramite la pubblicazione di un portale open data.
  • Convocazione del Consiglio comunale oltre che all’interno di Palazzo San Domenico anche nei quartieri, utilizzando pubblici edifici.
  • Promozione di comitati civici, quali interlocutori fondamentali per l’amministrazione che vuole avere un dialogo efficace con chi abita e vive i quartieri.
  • Iscrizione del comune a due associazioni: quella dei “Comuni Virtuosi” per essere in contatto con altre esperienze amministrative virtuose e innovative; “Avviso Pubblico” nata nel 1996 con l’intento di collegare ed organizzare gli Amministratori pubblici che si impegnano a promuovere la cultura della legalità democratica nella politica e nella pubblica amministrazione.
  • Istituzione della figura professionale, a titolo gratuito, del Difensore Civico che fornisca un supporto al cittadino nei provvedimenti amministrativi che lo riguardassero.

Sport e Cultura

MUSEI, CASALI, SITI ARCHEOLOGICI, RITI E TRADIZIONI

  • Adeguamento della gestione della biblioteca con nomina di un direttore bibliotecario e personale qualificato. Allungamento degli orari di fruizione. Trasformazione della biblioteca in un polo culturale multifunzionale.
  • Promozione di un Centro studi sull’Alto Medioevo al fine di creare un circuito che colleghi casali e centro storico.
  • Recupero di riti e tradizioni in cui riconoscerci, tradizioni che danno una identità alla città.
  • Fruibilità resa tutte le aree archeologiche del territorio.
  • Apertura stabile del museo archeologico ed etnografico in orari convenzionali.
  • Riapertura della mostra permanente “Percorso Multisensoriale” e del museo del mare.
  • Riqualificazione, recupero delle aree archeologiche, delle grotte di Santa Croce e del Dolmen della Chianca tramite conferenze di servizi e successivo affidamento della loro gestione con procedure ad evidenza pubblica o accordi inter-istituzionali che coinvolgano anche soggetti privati.

INFORMAZIONE TURISTICA

  • Riapertura dello IAT e maggior coinvolgimento delle associazioni preposte alla promozione turistica.

ARTE E SPETTACOLO

  • Istituzione di un festival della street-art da allocarsi in via La Spiaggia lungo la parete di cemento.
  • Nuova programmazione del festival internazionale di chitarra classica “Mauro Giuliani”.
  • Incentivazione alla creazione nei quartieri di presidi socio-culturali quali piccole biblioteche, cineforum, spazi teatrali, laboratori artistici, spazi di coworking anche tramite il recupero e il riutilizzo di beni immobili comunali e tramite il loro affidamento in gestione a realtà del terzo settore o altri soggetti privati.

SPORT E TEMPO LIBERO

  • Riqualificazione delle strutture sportive in zona Salnitro e San Pietro.
  • Redazione di un regolamento comunale di accesso alle strutture sportive cittadine e delle palestre delle scuole comunali che vincoli le associazioni che fruiscono delle stesse in concessione ad erogare corsi gratuiti per ragazzi in condizioni di disagio socio-economico. Tali associazioni, col patrocinio del Comune, si impegnano a organizzare manifestazioni di promozione dello sport in aree pubbliche debitamente allestite.
  • Rivisitazione integrale delle regole di utilizzo degli impianti sportivi al fine di garantire una fruizione paritaria per tutte le associazioni sportive.
  • Realizzazione di impianti sportivi in zona 167 e destinazione della zona antistante la scuola dell’infanzia “Sandro Pertini” ad area protetta con chiusura al traffico tutte le mattine dei giorni festivi per favorire l’aggregazione e lo svago di bambini ed adulti.
  • Ridefinizione dell’accordo di gestione della Piscina Comunale con più stringenti obblighi di manutenzione per l’affidatario.

CHAT MESSANGER FACEBOOK
Movimento 5 Stelle Bisceglie

Enzo Amendolagine Portavoce M5S Bisceglie

INFO E CONTATTI